In nome di Maria

 

 

 

Con il Papa

Solidità della Dottrina e della Tradizione

I testimoni della origini

 

torna a Vangeli

Immagini utili a illustrare momenti diversi dei Vangeli

Cafarnao

 

Scavi dei Francescani a Cafarnao e chiesa sopra la "casa di Pietro".

Nella casa di Simon Pietro Gesù si trasferì circa in giugno dell'anno 30 e vi abitò fin verso la fine dell'anno 32.

  

  

Gamla

      

La foto a sinistra mostra la zona di Cafarnao, a nord ovest del Lago di Galilea.

Le altre quattro foto rappresentano il cammino che la gente fece a piedi per precedere Gesù, quando egli attraversò il lago verso un luogo deserto al di là di Betsaida.

Era la fine di marzo dell'anno 32.

Il pendio che si vede sulla sinistra dell'ultima foto, ricoperto di vegetazione, è il monte su cui Gesù moltiplicò i pani e i pesci. 

La valle, che si apre al centro, conduce su verso la città di Gamla di cui vediamo la posizione nella foto successiva.

   

Sul crinale di questa collina sorgeva la città, con le case disposte fittamente una al di sopra dell'altra.

È da qui che alcuni uomini «stavano per venire a rapire Gesù per farlo re».

 

  

Emmaus

Nella cartina è indicata una località che era chiamata Emmaus e che fu concessa da Vespasiano a ottocento suoi veterani, dopo aver domato la prima rivolta giudaica (Guerra Giudaica, VII,217).

F. Giuseppe dice che si trovava a trenta stadi da Gerusalemme (5,5 km), mentre Luca (Lc 24,13), che ha percorso la strada il giorno della risurrezione di Gesù, parla di 60 stadi (11 km). L'una è la distanza in linea retta, l'altra è la lunghezza del percorso tortuoso attraverso campi e boschi.

 

 

torna a Vangeli

Aggiornato il 6 novembre 2005


 


Iniziativa personale di un laico cattolico, Giovanni Conforti  - Brescia - Italia.

Ciò che è contenuto nel sito può essere usato liberamente.

Si richiede soltanto di mantenerne il significato.