In nome di Maria

Con il Papa

Solidità della Dottrina e della Tradizione

I testimoni della origini

 

home
- è lecito?
a Fatima
- Rosario
- segreto
- simboli
- disegni di misericordia

"Martiri"
- S. Stefano
- S. Paolo
- Gamla

- motivi ragionevoli

4 Vangeli
- Vangeli storici
- Vangeli, Evangelisti, simboli
- documentazione

- commento Vangelo domenica

- immagini illustrazione Vangeli

Storia dei 4 Vangeli
- form. word
- form pdf
Prologo di Luca
- form. word
- form. pdf

Gesù, il Cristo
- form. word
- form. pdf

- vita pubblica

- video

- luoghi della passione

 

Apocalisse
- form. word
- form. pdf
cronologia
- date del tempo di Gesù
- linea del tempo
- cronologie varie
- linea del tempo della vita di Gesù
- date Giovanni Massaro

esempi di lettura dei Vangeli
- storica
- combinazione
- sinossi
- sinossi e concretezza

scrivi

- domande di bambini e ragazzi

- condivisione


XII domenica del Tempo Ordinario

- Anno B -

 

indice delle feste

 

Vangelo secondo Marco

Mc 4,35-41

 

35 In quel medesimo giorno, venuta la sera, disse loro: "Passiamo all'altra riva". 36E, congedata la folla, lo presero con sé, così com'era, nella barca. C'erano anche altre barche con lui. 37Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. 38Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: "Maestro, non t'importa che siamo perduti?". 39Si destò, minacciò il vento e disse al mare: "Taci, calmati!". Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. 40Poi disse loro: "Perché avete paura? Non avete ancora fede?". 41E furono presi da grande timore e si dicevano l'un l'altro: "Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?".

 

 

Introduzione

 

Vedere l'introduzione generale.

 

Testimone diretto

 

Nel racconto si notano particolari che non ci sono negli altri Vangeli. Lo scrittore li ha aggiunti per rendere più vivo il fatto, ma non li ha inventati.

Pietro, che era accanto a Marco mentre scriveva a Gerusalemme, li ricordava e li suggeriva.

Tutto questo conferma che il Vangelo di Marco ha il carattere di "ricapitolazione" degli altri tre Vangeli, come leggiamo proprio all'inizio. Nello stesso tempo conferma che le testimonianze dirette sui fatti sono dell'apostolo Pietro.

 

Il Re dell'universo all'opera

 

Per chi visse questa pericolosa avventura, essa non aveva certamente significati simbolici reconditi. Compresero che Gesù, il Cristo Re, li aveva salvati dalla morte prima ancora che avessero piena fiducia in lui.

La sua cura per le creature è continua.

Anche quando ci chiama all'eternità, dunque, tutta la nostra vita è nelle sue mani e, in quell'ultimo giorno terreno, ci risuscita nell'eternità.

Quale salvezza può essere più grande di questa? Purché vivendo qui sulla Terra meritiamo di entrare nel "riposo" di Dio.

 

 

 


Iniziativa personale di un laico cattolico, Giovanni Conforti  - Brescia - Italia.

Ciò che è contenuto nel sito può essere usato liberamente.

Si richiede soltanto di mantenerne il significato.