In nome di Maria

 

 

 

Con il Papa

Solidità della Dottrina e della Tradizione

I testimoni della origini

 

Domenica delle Palme - Ingresso a Gerusalemme

- Anno C -

 

indice delle feste

 

Dal Vangelo secondo Luca

Lc 19,28-40

 

28 Dette queste cose, Gesù camminava davanti a tutti salendo verso Gerusalemme. 29Quando fu vicino a Bètfage e a Betània, presso il monte detto degli Ulivi, inviò due discepoli 30dicendo: "Andate nel villaggio di fronte; entrando, troverete un puledro legato, sul quale non è mai salito nessuno. Slegatelo e conducetelo qui. 31E se qualcuno vi domanda: "Perché lo slegate?", risponderete così: "Il Signore ne ha bisogno". 32Gli inviati andarono e trovarono come aveva loro detto. 33Mentre slegavano il puledro, i proprietari dissero loro: "Perché slegate il puledro?". 34Essi risposero: "Il Signore ne ha bisogno". 35Lo condussero allora da Gesù; e gettati i loro mantelli sul puledro, vi fecero salire Gesù. 36Mentre egli avanzava, stendevano i loro mantelli sulla strada.

37Era ormai vicino alla discesa del monte degli Ulivi, quando tutta la folla dei discepoli, pieni di gioia, cominciò a lodare Dio a gran voce per tutti i prodigi che avevano veduto, 38 dicendo:

 

"Benedetto colui che viene,

il re, nel nome del Signore.

Pace in cielo

e gloria nel più alto dei cieli!".

 

39Alcuni farisei tra la folla gli dissero: "Maestro, rimprovera i tuoi discepoli". 40Ma egli rispose: "Io vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre".

 

 

Commento storico

 

Introduzione

 

Vedere introduzione generale

 

Il Re che conosce ogni cosa

 

Il Cristo Re avanza verso Gerusalemme con un piccolo "esercito" di discepoli che nemmeno sognano di usare le armi. Questi sanno che la gente vorrebbe Gesù come re politico, a causa del bene che ha fatto a tutti, sanno pure che i Romani sono già informati e non si opporranno; il procuratore sarebbe ben lieto di abbandonare il suo compito gravoso.

Un motivo in più per volere il Regno di Gesù è questo suo potere di prevedere ogni piccolo avvenimento e, quindi, di governare con sicurezza: sa dove trovare il puledro e anche che cosa obbietteranno i proprietari.

 

Quanti asini?

 

Il Vangelo di Luca parla di un solo puledro, perché questo è ciò che ha visto lo stesso evangelista che era là presente. Matteo ricorda un'asina e un puledro. Marco invece si preoccupa di riferire con più precisione che si trattava di un asinello.

 

Re benedetto di verità, di gloria e di pace

 

"Re nel nome del Signore" significa che Gesù non si presentava come re di questo mondo, ma che il suo Regno aveva origine dal Signore (Re) Dio. Veniva il Re del Regno di Dio e i discepoli erano pieni di gioia. Non sono stati loro, alcuni giorni dopo, a cambiare idea e a volerlo crocifisso; è stata la gente che non aveva seguito Gesù e si è lasciata istigare da alcuni capi potenti e autorevoli.

 

Timori

 

Questo gruppo di farisei temeva la reazione del procuratore romano a questa pubblica manifestazione per il Cristo Re. Chiesero a Gesù di far tacere i discepoli. Ignoravano che i Romani già sapevano e sarebbero stati favorevoli a questo Re.

Luca, protetto dal sacerdote Teofilo figlio del sommo sacerdote Anna, aveva lavorato alquanto segretamente di diplomazia, nell'ambiente romano di Gerusalemme, e aveva svolto negli anni precedenti le pratiche necessarie (Lc 9,51).

 

 

 


 


Iniziativa personale di un laico cattolico, Giovanni Conforti  - Brescia - Italia.

Ciò che è contenuto nel sito può essere usato liberamente.

Si richiede soltanto di mantenerne il significato.